TRA MERCATINI DI NATALE E VINI ALTOATESINI

Il Natale si sta avvicinando e noi che amiamo viaggiare ci siamo subito messi in modalità “trasferta natalizia”..ma senza tralasciare il vino eh 😉

Tra i più importanti mercatini di Natale italiani ci sono quelli dell’Alto Adige. Qui i mercatini natalizi non sono certo una moda, ma una radicata tradizione, che ogni anno si rinnova con entusiasmo.

I più famosi mercatini di Natale altoatesini sono quelli di Bolzano, Merano, Bressanone, Vipiteno e Brunico, ed ognuno ha il suo fascino particolare. Cinque città per cinque modi unici di vedere, sentire, gustare le emozioni del Natale.

Dal 2015 i cinque Mercatini di Natale dell’Alto Adige disseminati lungo il Percorso delle stelle natalizie sono certificati come “Green Event“, promuovendo una serie di azioni e buoni usi che incentivano la sostenibilità dell’ambiente.

Vi accompagniamo tra questi mercatini di Natale.

Bolzano

mercatino-bolzano

Il nostro itinerario ideale parte da Bolzano, il più grande mercatino di Natale d’Italia. Al suo 26° anno, si tiene nella famosa piazza Walther  ed è presente anche un piccolo mercatino dedicato ai bambini. Dedichiamogli il tempo che si merita (l’atmosfera è incredibile!) e, prima di continuare il nostro tour itinerario dei mercatini natalizi, approfittiamone per una visita della città passeggiando per le vie centrali, visitando chiese, palazzi e musei.  Merita senz’altro una visita anche Castel Roncolo, suggestivo castello risalente al XIII sec. arroccato su uno sperone di roccia  e molto ben conservato. Situato a poca distanza del centro, è raggiungibile in auto, con la navetta gratuita o anche a piedi con una piacevole passeggiata, vanta un’interessante e vasta collezione di affreschi. All’interno si trova anche un’osteria.

Enoteche da non perdere a Bolzano: Vinum (via Brennero 28), Enoteca Gandolfi (Viale Druso, 349), 1000 e 1 vino (Via Alto Adige, 37).

Merano

mercatini-natale-merano

Partiamo quindi alla volta di Merano. Qui vivrete l’atmosfera incantevole delle casette di legno e vi sentirete gioiosi come bambini. Se non avrete giustamente resistito al profumo delle caldarroste, del vin brulè e degli strudel di mele che inebrieranno l’aria e dopo un meritatissimo ristoro vorrete fare due passi, vi consigliamo la passeggiata Tappeiner. E’ un percorso pedonale (lungo circa 4 chilometri), praticamente tutto in piano ed immerso nel verde: una bellissima passeggiata in posizione panoramica che regalerà scorci insoliti della città. Se deciderete di soggiornare a Merano, vi suggeriamo l’Holiday House Merano.

Enoteche da non perdere a Merano: Casa del vino (Via Roma, 76), Enoteca da Claudia (Piazza del Duomo, 13), Signorvino (Via Portici, 104).

Vipiteno

vipiteno

Arriviamo quindi a Vipiteno, uno dei borghi più belli d’Italia. Il mercatino si svolge ai piedi della Torre delle Dodici, costruita nel 1486, e simbolo della città. L’atmosfera è magica e si si possono ammirare presepi intagliati amano, i tradizionali decori natalizi e farsi inebriare dall’odore di zenzero e cannella che riempie le antiche stradine di questa bella cittadina.

Enoteche da non perdere a Vipiteno: Vinzen-zum (Via Città Nuova, 4), Mair mair (Altstadt 1). Se volete acquistare specialità eno-gastronomiche locali, vi segnaliamo l’Hofer Market, punto vendita di 500 mq con una vastissima selezione di prodotti. 

Bressanone

bressanone

Il nostro itinerario tra i Mercatini di Natale dell’Alto Adige continua verso Bressanone, città ricca di storia. Ai piedi della bellissima cattedrale, si svolge uno dei mercatini di Natale più importanti ed antichi d’Italia,  insieme a quello di Bolzano. Oltre agli stand del mercatino ed i Presepi realizzati a mano, sculture in legno, candele, merita senz’altro una visita alla collezione dei Presepi nel vicino Palazzo Vescovile (la cosiddetta Hofburg, antica residenza del Vescovo):  è una delle più ricche ed affascinanti collezioni di presepi europee.

Enoteche da non perdere a Bressanone: Vitis (Vicolo Duomo, 3), Weingalerie (Weisslahnstrasse 10), Vinus, Peter’s Weinbistro (Via Mercato vecchio, 6).

Brunico

natale-brunico

Quello di Brunico è l’ultimo dei mercati cinque stelle. Ancora una volta, si viene catapultati in un’atmosfera magica e romantica che qui vanta tutto il fascino delle montagne innevate della val Pusteria. Molto interessante l’imponente castello vescovile che sorge su una collinetta dominando la città ed è facilmente raggiungibile con una passeggiata che sale sulla collina dal centro città.

Enoteche da non perdere a Brunico: Enoteca Bernardi (Via Stuck, 6), Enoteca Bertolani (Via Leonardo Da Vinci, 1).

I cinque Mercati Di Natale altoatesini saranno aperti dal 25 novembre (inaugurazione il 24 novembre h 17.00) fino al 6 gennaio 2017.

Nel vostro peregrinare tra i mercatini di natale, siamo fiduciosi che avrete modo di apprezzare il vin brulè, ma non vorrete mica saltare a piè pari l’interessantissimo capitolo “vini altoatesini”?!

Lasciatevi il tempo per approfondire meglio la questione “vini di zona”: fidatevi, ne vale la pena.

Curiosità:

  • In Alto Adige, una delle più piccole regioni viticole d’Italia, vengono coltivati ben 20 diversi vitigni.
  • Il 98% dei vini prodotti rispettano il marchio di qualità DOC.
  • Il pregiatissimo ed autoctono Gewürztraminer o Traminer aromatico (Gewürz significa “spezia”, in tedesco) è il vino bianco per eccellenza. Conosciuto in tutto il mondo grazie al suo inconfondibile bouquet di rosa, garofano e vaniglia, al palato è speziato e leggermente amarognolo.
  • Il 55% dei vigneti è riservato alle uve bianche: oltre al Gewürztraminer, Pinot grigio, Chardonnay e Pinot bianco, ma anche il Sauvignon, il Müller-Thurgau, il Sylvaner, il Kerner, il Riesling e il Veltliner. Freschi e minerali al palato, strutturati nel gusto, i bianchi doc dell’Alto Adige sono fra i migliori vini bianchi italiani.
  • Tra i rossi, troviamo due vitigni autoctoni: il Lagrein, che viene vinificato come rosso e rosato (Kretzer) e la Schiava è un vino leggero a basso contenuto tannico, di colore rubino chiaro fino a rosso rubino intenso e dal sapore gradevolmente tenue e fruttato (Caldaro e Santa Maddalena i più conosciuti).

Non vi rimane che infilarvi in una delle enoteche che vi abbiamo suggerito..e degustare! 😉

Lascia un commento

Top